L’ACP Golden Classic 2014 rivisto alla moviola

Le posizioni chiave delle prime 18 partite giocate

Ad un solo turno dalla fine, con ben tre partite "in busta" ed una classifica ancora aperta ad ogni tipo di soluzione, vale senza dubbio la pena ripassare velocemente al setaccio tutto quel che ci siamo lasciati alle spalle in queste calde giornate di gioco per provare, pur con tutte le cautele del caso, a farci un’idea un po’ più precisa di quello che quest’edizione bergamasca dell’ACP Golden Classic ha ancora in serbo per tutti gli appassionati. Sia per quelli che seguono ogni giorno il torneo presentandosi puntualissimi in sala, sia per quelli che preferiscono invece seguire i match in programma dagli schermi colorati del proprio pc grazie ai formidabili visori (e alle chat) realizzati per l’occasione dall'instancabile Andrea Griffini.

 

Andrea Griffini al lavoro in una delle sue innumerevoli postazioni.


PRIMO TURNO

AlmasiNepomniachtchi ½-½

Posizione dopo 16.Ag5

Qui il nero ha giocato 16…Da5 complicandosi un po’ la vita. Dopo la “naturale” 16…Axa3 17.Dxa3 Dxg5 Nepo avrebbe invece potuto dirsi più che soddisfatto dell’esito dell’apertura. La reazione di Almasi al tratto del testo si è tradotta nell’energica 17.Cb5 che poteva forse accendere la partita. Ma dopo 17…Axe2, anziché continuare con l’intraprendente 18.Dxc5, il bianco ha preferito la meno ambiziosa 18.Ad2 “accontentandosi” di catturare la Donna avversaria: 18…Db6 19.Cxd4 Cxd4 (veniva di nuovo naturale Axa3) 20.Txb6 axb6 e la posizione dell’ungherese è sì leggermente superiore ma difficile da concretizzare causa la forza combinata dei due alfieri neri che assistono il russo nella difesa. La patta arriva alla 43a.


SoSutovsky ½-½

Una delle patte più tranquille di tutti i primi sei turni dell'ACP GOLDEN CLASSIC 2014. Bastano infatti solo 23 mosse per arrivare alla più salomonica delle spartizioni del punto.  Il timore di affacciarsi al torneo con un compromettente capitombolo è evidentemente troppo forte per entrambi.


JobavaBrunello ½-½


Posizione dopo 29.Cxd4

Per mantenere l’equilibrio così faticosamente conquistato in apertura e nella prima fase del mediogioco l’azzurro gioca 29…Cxg3 sacrificando il pezzo per due pedoni. Qualche tratto dopo i pedoni catturati diverranno tre grazie al rifiuto di Jobava di accettare la tacita proposta di patta per ripetizione avanzata da Brunello. Ma dopo aver tentato in tutti i modi di complicare la vita al difensore, il simpatico georgiano deve arrendersi all'evidenza. A onore di Jobava va comunque detto che il mezzo punto per parte va a referto solo dopo aver appreso dall’avversario, il primo ad andare in busta in questo torneo, che la mossa sigillata è la necessaria, e facile da trovare, 41.Db2.

SECONDO TURNO

SutovskyJobava 1-0


Posizione dopo 18.Df6

Per quanto appaia a prima vista sciocca e avventata, la mossa giusta a questo punto è 18…0-0, ma Jobava, che in precedenza aveva provato a sorprendere l’israeliano in apertura per guadagnarsi la possibilità di passare rapidamente a condurre il gioco, prende un vero e proprio abbaglio e gioca invece la sciagurata 18…Tg8 che il bianco punisce all’istante con 19.e6! Il nero accusa il colpo e alla 21a decide che non vale davvero più la pena lottare.

NepomniachtchiSo 0-1


Posizione dopo 28…Rxf8

Difficile individuare l’esatto istante in cui questa partita ha cominciato inesorabilmente a diventare ostaggio del nero. Volendo potremmo eleggere a posizione di “non ritorno” quella immortalata dal diagramma. Il bianco  ha già un pedone in meno e il successivo cambio delle Donne (29.Dxb6) darà modo a So di mostrare al pubblico tutta la sua notevole perizia tecnica di finalista convertendo con sicurezza il suo esiguo vantaggio materiale in una vittoria pesante. Questo successo, non facilmente pronosticabile alla vigilia, proietta il filippino nel ruolo di assoluto favorito per la vittoria finale nel torneo.

VocaturoAlmasi ½-½


Posizione dopo 40…Ad5

Vocaturo guadagna la qualità alla 23a mossa ma il superiore gioco dei pezzi neri non lascia al GM romano alcun margine concreto per provare a realizzare il vantaggio. Questa è la seconda partita a finire in busta. Ma ancora una volta i giocatori, complice questa volta la tutto sommato noiosa finale del mondiale di calcio, si accordano per la patta senza aspettare la ripresa delle ostilità. In busta, per Daniele, c’era 41.Cd3.

TERZO TURNO

SoVocaturo 1-0


Posizione dopo 37.Axg4

Sempre fedele al suo stile di gioco, Vocaturo, in una Estindiana Mar del Plata, sceglie un piano piuttosto aggressivo ma forse poco adatto contro un talento del calibro di So che ha già dimostrato nella sfida con Nepo di avere tecnica sufficiente per sfruttare ogni più piccola risorsa posizionale o materiale. Con 13… Tg6 seguita da 15…Th6 il GM azzurro prova infatti ad imbastire un attacco sul lato di re, ma il giovane filippino liquida subito la minaccia del nero che comunque continua a battersi alla pari. Molto interessante il sacrificio di pezzo alla 31a (Cxg3), ma So non si lascia affatto impressionare. La situazione si fa così sempre più difficile per l'azzurro sino a raggiungere la posizione del diagramma quando Vocaturo gioca 37…Cd3, un tratto che il bianco confuta immediatamente con 38.De2 facendo calare definitivamente il sipario.

JobavaNepomniachtchi 1-0


Posizione dopo 34.Ce4

Nel giorno del suo compleanno Nepo offre purtroppo al pubblico la sua peggiore performance nel torneo. In effetti tutto si consuma in una manciata di mosse. Dopo la poco ispirata 31.Tf1 del bianco, il GM russo potrebbe passare decisamente a condurre giocando 31…Ce7 (non va a questo punto 32.f6 a causa di 32…Da6!), ma manca clamorosamente l’occasione e qualche minuto più tardi, nella posizione diagrammata, incappa in un incredibile svarione giocando 34…gxf5 in luogo di Dc6.

BrunelloSutovsky 1-0


Posizione dopo 16.h5

Brunello accetta di misurarsi con la Grunfeld dell’avversario e con il Re ancora saldamente ancorato alla casa di partenza si lancia in un furibondo assalto pedonale all’arroccato monarca avversario. Sorpreso da tanta irruenza Sutovsky comincia ad immergersi in riflessioni via via sempre più lunghe sino a raggiungere la posizione del diagramma. Le decine di spettatori presenti in sala, a partire naturalmente dai titolati Valsecchi e Almasi che commentavano in diretta, si aspettavano a questo punto la semplice 16…gxf3 che avrebbe lasciato pari possibilità ad entrambi, ma l’israeliano, a sorpresa, sfodera un'insufficiente 16…g3 che dà modo a Brunello di chiudere rapidamente i conti aggiudicandosi il punto intero.

QUARTO TURNO

NepomniachtchiBrunello 1-0


Posizione dopo 28.g5

Per le prime 26 mosse di una Semislava da manuale, Sabino riesce a reggere l’urto di un Nepo in evidente ricerca di riscatto dopo le prove deludenti offerte nei due turni precedenti. Poi tutto comincia a franare. Con 26…Dd8 o 26…h6 Brunello avrebbe mantenuto la partita aperta ad ogni risultato, ma il nostro portacolori opta per una poco convincente 26…Ad8 e dopo 27.Axh4 Axh4 28.g5 si giunge alla posizione del diagramma. L’unico tratto accettabile è ora 28…h6, ma il nero ha un inspiegabile black-out e gioca l'errata 28…h5 ingabbiando irrimediabilmente il proprio Alfiere.

VocaturoJobava 0-1


Posizione dopo 21…Th3

Jobava affronta come al solito in modo più che creativo l’apertura nel tentativo di bypassare la preparazione del bianco e Vocaturo accetta di cambiare subito le donne nella convinzione di poter poi cercare gioco attivo per i suoi pezzi. Ma la maggiore esperienza del georgiano costringe presto l'azzurro ad un gioco di rimessa. Il momento chiave giunge alla 22a, vedi diagramma, quando l’azzurro sceglie di giocare 22.Tg1 in luogo della più solida 22.Tf2. Il nero intuisce a questo punto che l'inerzia della partita può rapidamente risolversi a suo vantaggio e non esita a sacrificare la qualità pur di ottenere un micidiale pedone passato sulla colonna “f”.

AlmasiSo ½-½

Almasi si presenta alla scacchiera in non perfette condizioni fisiche e il super GM filippino, dimostrando grande fair play, decide di non approfittare della situazione siglando la patta in sole 21 mosse.

QUINTO TURNO

JobavaAlmasi (sospesa, si riprende oggi)


Posizione dopo 51…f5

Ad una manciata di minuti dallo scadere della prima sessione di gioco il georgiano decide di andare in busta. La posizione del diagramma fotografa la situazione. Difficile pensare che abbia messo in busta qualcosa di diverso da 52.Rxh5 che dovrebbe assicurargli un vantaggio decisivo.

BrunelloVocaturo (sospesa, si riprende oggi)


Posizione dopo 45.Ae4

Nella posizione del diagramma Daniele Vocaturo opta per la busta. Anche qui è difficile pensare che il nero non vada a prendersi il pedone in h3, ma questa immediata cattura non esaurisce il ventaglio delle risorse a disposizione del GM romano.

SutovskyNepomniachtchi ½-½


Posizione dopo 37.Txd7+

A partire da questa posizione Nepo prova a calarsi nei panni nel campione del mondo Magnus Carlsen e prende a torturare l’israeliano nella speranza di ottenere la vittoria che servirebbe a riportarlo ai piani alti della classifica. Sutovsky però non smarrisce la concentrazione e dopo una trentina di mosse molto precise rende la patta inevitabile.

SESTO TURNO

Vocaturo - Sutovsky 0-1


Posizione dopo 23...Tab8

All'azzurro, che non ha avuto problemi nella gestione della prima fase della partita, viene improvvisamente a mancare la lucidità necessaria per affrontare il mediogioco: 24.Txf6? (24.Dc3 avrebbe lasciato intatto l'equilibrio) Txb2 (il nero non si lascia certo sfuggire l'occasione di penetrare in settima) 25.Dc1? Tb1 26.Dc2 T8b2 27.Dd3 Dxf6 e al bianco non resta che abbandonare.

Almasi - Brunello (sospesa, si riprende oggi)


Posizione dopo 40.Da4

Almasi, sopravvissuto ad uno zeitnot da brividi, pone temporaneamente fine alle ostilità di giornata mettendo in busta la sua 41a mossa, probabilmente 41.Tb1. La situazione appare nel complesso favorevole al nero, ma per il campione di casa non sarà affatto facile trovare una linea vincente.

So - Jobava 1-0

Posizione dopo 20.Cxa4

Jobava prova a sorprendere il suo giovanissimo avversario in apertura, ma So risponde sempre a tono e basta un semplice scambio pedonale in e6 (il nero avrebbe dovuto riprendere di Torre) per assicurargli un primo, minimo, vantaggio. Ma è dopo l'avventata 20...b5 in risposta alla posizione del diagramma che la situazione del georgiano si fa disperata. Il GM filippino incassa infatti un primo pedone (diverranno due poco dopo) e si avvia inesorabile a trasformare la superiorità materiale in una sonante vittoria, probabilmente decisiva per l'attribuzione del primo posto finale di questo Golden Classic 2014.

 

Share
Twitter icon
Facebook icon