L’Auditorium di Piazza della Libertà

L’imponente edificio che oggi ospita l’Auditorium di Piazza della Liberà, progettato dall’architetto Alziro Bergonzo, fu realizzato tra il 1937 e il 1940 su un terreno in precedenza occupato da un vecchio ospedale. La struttura, nata come Casa littoria in quanto destinata a ospitare la locale sede del partito fascista, fu inaugurata insieme alla vasta piazza su cui troneggia subito dopo la fine dei lavori in occasione della visita di Mussolini, ma l’ingresso dell’Italia nel secondo conflitto mondiale impedì a questo modernissimo spazio architettonico di esprimere qualunque tipo di potenziale. A fine guerra l’intero palazzo venne acquisito dal demanio pubblico e mutò nome e vocazione. Fu ribattezzato Casa della libertà e si avviò a diventare, grazie all’Auditorium ricavato al suo interno, un protagonista assoluto della vita cittadina.
 
Dopo gli ultimi interventi di riqualificazione finanziati dal Comune di Bergamo nel 2007, l’Auditorium ha finalmente assunto una elegante e funzionale struttura ad anfiteatro in grado di accogliere 298 spettatori, e continua a essere uno dei più importanti punti di riferimento dell’offerta culturale della provincia, ospitando stagione dopo stagione una ricca programmazione di film, spettacoli teatrali, concerti, incontri, convegni ecc.

La sala, frequentatissima, è gestita dall’associazione Lab 80, che ne ha assunto la direzione artistica a partire dal 1992.
 

Auditorium di Piazza della Libertà
Via Norberto Duzioni, 2
Bergamo, Italia

Come arrivare - L’ingresso dell'auditorium è situato all’angolo tra Piazza Libertà e Via Duzioni n. 2 (lato uscita del parcheggio interrato di Piazza Libertà, prospiciente Via Zelasco). 
Mezzi pubblici: linea 1 (viale Roma) – linea 2 (via Petrarca) – linea 9 (via Tasca). Info prezzi e orari sul sito www.atb.bergamo.it.
Parcheggio: privato, custodito e a pagamento, aperto 24 ore su 24, sottostante Piazza Libertà con ingresso da via Zelasco. Altri parcheggi nella zona: http://www.tuttocitta.it/parcheggi/bergamo/piazzale-della-repubblica.
 
 

Informazioni su Bergamo